Marchio Infiniti
io la penso così ...
Alla larga da Infiniti: un marchio premium per essere tale deve dare il meglio. I prodotti Infiniti attualmente in vendita secondo me non rispecchiano questa caratteristica. La Q50, la Q30, la QX30 ad esempio, impiegano il Diesel 2.1 da 170 cavalli di origine Mercedes che non tiene più il passo con i motori delle rivali tedesche sia alla voce rumore, sia emissioni e consumi, nonché prestazioni. Audi ha in gamma un 190 cavalli, BMW anch’essa, Mercedes una versione nettamente migliorata da 177. Salendo verso il top di gamma di Infiniti i modelli Q70 e QX70 sono datati: il SUV risale al 2008 e ha una capacità di carico inadeguata per la categoria (solo 410/1305 litri) con un motore a gasolio tre litri tutt’altro che vincente, se si considera che brucia un litro ogni 11.6 chilometri, quando una ben più grande Audi Q7 sfora i 18. Del marchio di lusso di Nissan non rimane tanto da dire anche perché l’ibrida Q50 è forse l’unica a cui si potrebbe fare un pensiero ma non appena la si prova tra le curve, guidando allegramente, ci si scontra con il suo sterzo elettronico che è una prima assoluta nel mondo automobilistico ma come tale mostra amplissime possibilità di miglioramento. Inoltre sempre sulla Q50 ibrida si scopre che ha un bagaglio da soli 400 litri, un volume inferiore a quello di una Golf che è tanto più compatta. Infine ciliegina sulla torta, va anche chiarito che sul mercato dell’usato queste vetture subiscono una perdita di valore decisamente più sostenuta rispetto ai modelli concorrenti.  
 
 Q30 2015
 
Q50 2013
 
Q70 2010 restyling 2014
 
QX30 2016
 
QX70 2008