Marchio Hyundai
io la penso così ...
Ultimo aggiornamento gennaio 2018. Grandissima è la considerazione per il Gruppo Hyundai/Kia. In questi ultimi quattro anni ha fatto passi da gigante. La nuova I30 è  un'auto riuscita. Ha una ottima guidabilità, un cambio a sette rapporti automatico valido e motori generosi ma soprattutto si porta come una bicicletta ed è pure oltre che comoda anche ben insonorizzata. Nella sua categoria, quella della Golf, non teme confronti. Chi cerca in questo segmento la consideri. E cosa dire della Kona, se non che è un punto di riferimento più unico che raro anche perché si offre benzina, diesel, elettrica... La Ioniq invece può essere anche plug in. Certo, rispetto alla giapponese costa meno ma è anche meno efficiente e meno scattante e manca di un tasto per andare solo elettrica a comando del guidatore. Quando si sale posteriormente, inoltre, l’andamento del tetto molto spiovente obbliga a chinare il capo ai più alti quindi ai tassisti questo piacerà poco. Attenzione anche alla soglia d’accesso per accedere al piano di carico che è molto alta, oltre 70 centimetri e l’altezza a disposizione è limitata in 38 centimetri, davvero pochi. Ma bisogna anche raccontare che da portare è leggera come un piuma e quindi è molto poco affaticante. Valida è pure la Tucson e la più grande SantaFe. Ma ancora va rimarcata l'importanza del modello Kona: è eccezionale perché basata su una piattaforma che prevede due o quattro ruote motrici, diversi motori di ultimissima generazione, ha uno stile indovinato e interni curati: in poche parole è un poker servito. Ma attenzione alla scelta degli pneumatici perché con le ruote larghe non è silenziosissima. Hyundai Motor Company si ricorda è stata fondata nel 1967, Hyundai Motor Company fa capo a Hyundai Motor Group. Con 110mila dipendenti, Hyundai è presente in tutto il mondo con 8 stabilimenti produttivi e 7 Centri R&D: il complesso di Ulsan (Corea del Sud) è la più grande fabbrica di auto al mondo, con una superficie di 5 milioni mq, produce 5.600 auto ogni giorno. In Europa, Hyundai conta 2 fabbriche (Nosovice in Rep. Ceca e Izmit in Turchia, capacità produttiva complessiva: 600mila vetture/anno), 2.100 showroom e genera 155mila posti di lavoro (tra occupazione diretta e indiretta). Secondo il ranking “Best Global Brands 2018” di Interbrand, il marchio Hyundai, pur essendo il più giovane tra quelli automotive, è arrivato a conquistare la 6° posizione tra i brand auto e la 36° posizione assoluta a livello mondiale (il valore supera USD 13,5 miliardi, +3% rispetto al 2017). Hyundai è l’unico Costruttore al mondo a offrire una gamma Green, con le 4 principali alimentazioni sostenibili: Elettrica, Ibrida, Ibrida Plug in e Idrogeno. Nel 2013, Hyundai ha inaugurato Hyundai Motorsport in Germania (Alzenau), rientrando dal 2014 nel Mondiale Rally WRC con la i20 Coupe WRC sviluppata in house. Nel 2018, Hyundai Motorsport ha chiuso il Mondiale WRC al secondo posto nella Classifica Costruttori, mentre il pilota italiano Gabriele Tarquini ha conquistato il titolo di Campione 2018 nel Mondiale WTCR (World Touring Cup Car) a bordo della Hyundai i30 N TCR del BRC Racing Team. Nello sport, Hyundai è anche Partner Ufficiale di FIFA (dal 1999 e fino al 2022) e, nella serie A italiana, Partner Ufficiale di AS Roma. In Italia, con una rete di 115 concessionarie, Hyundai si è consolidata intorno al 3% del mercato nazionale, con circa 53mila esemplari venduti (dati UNRAE 2018). Oltre il 90% delle Hyundai commercializzate in Italia è disegnato, sviluppato e costruito in Europa. Tutte le Hyundai vendute in Italia vantano la garanzia Hyundai “5 anni a Km illimitati”.