Marchio Ferrari
io la penso così ...
Ultimo aggiornamento settembre 2017. Ferrari è una Casa automobilistica più che speciale, unica. Guidare una Ferrari è come avere le ali, è come vivere con i poteri di un super eroe: tutto ciò che per gli altri è impossibile con le Ferrari diventa possibile. La 488 seppur sia un’auto con una base non certo fresca, risale ai tempi della 430, è la migliore otto cilindri mai prodotta non solo a Maranello. La F12 berlinetta è la 12 cilindri motore anteriore più cattiva mai vista. La GTC 4 lusso è la 4 posti più completa mai costruita in Ferrari e da poco è anche l'ammiraglia meno ammiraglia mai fatta perché disponibile per la prima volta anche con motore V8! La California? Non ha mai convinto del tutto, seppur con il nuovo motore turbo sia tanto migliorata, perché come peso di certo non è una libellula e non a caso l'erede Portofino è più leggera. Va anche che tutte le Ferrari sono oltre che super prestazionali e super emozionali anche godibilissime nell’uso quotidiano. Dire oggi che una Ferrari è più Ferrari di un’altra non ha senso perché in questi anni il management ha operato con grande maestria in tutte le direzioni portando tutta la gamma a valori di assoluta eccellenza. Sono finiti i tempi in cui c’erano le Ferrari di serie A quelle a 12 cilindri e quelle di serie B, le V8. La scelta di avere un Centro Stile interno è stata premiante così come il rinnovo di tutto lo stabilimento con centri di eccellenza nel settore motori e aerodinamica che hanno dato frutti tangibili. Ferrari oggi è il vertice di tutta l’industria automobilistica in tutti i settori e questo non è poco, soprattutto considerando che la concorrenza è sempre più agguerrita. Ma c'è anche un ma. La nuova gestione dopo il lungo regno Montezemolo ha fatto una mossa che ha spiazzato: l'aver messo sull'ammiraglia un motore V8 non è da pesare a cuor leggero perché può rivelarsi il classico granello che blocca l'ingranaggio perfetto. Se si vogliono abbassare emissioni e aumentare i volumi si sviluppino modelli per il marchio Dino, caso mai, serie speciali su tutto ma non sulla top di gamma perché come tutti sanno la bandiera del marchio non si tocca. Questa operazione se la può permettere, insomma, Bentley sulla Continental che è passata dal W12 al V8, ma la GTC4 non è una coupé come la Bentley: è la GT delle GT e come tale deve rimanere.