Marchio Aston Martin
io la penso così ...
Ultimo aggiornamento febbraio 2016. Per gli inglesi è la loro Ferrari ed è una Casa automobilistica che stupisce ogni volta che si prova una loro automobile o, solo, la si osserva. Ma va anche detto che l’Aston Martin è un’araba fenice, ossia cambia spesso di proprietà ma ogni volta risorge e riesce a stupire.
Prendiamo il caso della DB9 del 2006. Sulla carta aveva un V12 prodotto in Germania non certo potente. Un cambio automatico con convertitore, non certo sportivo. L’epoca Ford era conclusa. Ma appena si è messa tra le curve….ha impressionato. Passano gli anni e cambia il management e ancora una volta la proprietà. Escono nuove vetture e incredibilmente ognuna ha un suo perché. Oggi la gamma Aston sente il peso degli anni ma le continue migliorie sul prodotto si vedono e sentono come l'aggiunta della sovralimentazione sul V12 della DB 11 che sfonda il muro dei 600 cavalli. Presto dovrebbero arrivare i primi nuovi modelli. Così vedremo anche le strategie della nuova proprietà.