Marchio Mini
io la penso così ...
Ultimo aggiornamento settembre 2017. Il nome è rimasto ma le dimensioni non corrispondono più al nome. Le Mini sono diventate grandi e i contenuti sono da auto di categoria superiore. Se quando BMW nel 2000 presentò la nuova Mini si poteva criticare per le finiture povere, oggi non è più così. Le Mini ora sono dei punti di riferimento per qualità e attenzione al dettaglio. In più hanno motori adeguati e raffinati, oltre che affidabili: sono finiti i tempi delle rotture croniche della distribuzione in quelli a benzina. La Mini a tre porte è un vero capolavoro; la Clubman piace tantissimo ma soffre il peso elevato e una taratura di alcuni componenti migliorabile, oltre alla posizione poco performante del motorino elettrico dello sterzo che non premia la precisione; la Cabrio è unica con una capote capolavoro sia nel sistema di apertura sia nell’insonorizzazione; la Countryman tutta nuova anche come base meccanica (la condivide con BMW X1) è cresciuta di 20 cm rispetto alla prima generazione e si offre anche ibrida plug in ma attenzione che questa versione costa parecchio e pesa ancora di più. Della Countryman si può dire che va benissimo con i motori più potenti, ha un assetto strepitoso e dentro è comoda e grande. L'unico suo vero difetto è il comfort acustico in autostrada, essendo ora di una categoria superiore dovevano insonorizzarla meglio. Mini tra poco più di un anno aggiungerà anche una offerta full elettric.