Jeep Grand Cherokee Trackhawk 2018
A proposito di...
A proposito di...
13 gennaio 2018

campionato SuperSuv: la partita non è solo tra Jeep e Lambo

Oltre settecento cavalli, 3,7 secondi da 0 a 100 km/h: questi i numeri della SUV di serie più potente di sempre, la Jeep Grand Cherokee Trackhawk.

680 cavalli, 3,6 secondi da 0 a 100 km/h: questi i numeri della Lamborghini Urus, la prima Lamborghini a cinque posti della storia.
 
550 cavalli. 4,1 secondi da 0 a 100 km/h questo è quello che offre la Porsche Cayenne Turbo ultima generazione, quella che ha dato vita al Campionato SuperSuv e da regina è diventata cenerentola.

Per anni la Cayenne Turbo è stata l’oggetto dei desideri ma oggi lo è meno, anche perché costa poco meno di una Lamborghini Urus ma tanto di più rispetto alla SUV più potente che ci sia, che oggi è la Jeep. E il senso di sceglierla sciama. Certo, la nuova Cayenne tanto condivide con Lambo, come telaio, motore e cambio, ma tra un Toro e un Cavallino anche quando si andrà a rivendere qualcosa di differente rimarrà, in tasca!
 
La nuova Porsche Cayenne Turbo viene proposta a 143.666 euro; la Lamborghini Urus a 206.000 euro, la Jeep a poco più di 100 mila!

Riassumendo: la Porsche Cayenne Turbo esce perdente e suonata sia da Jeep sia da Lambo: con un disonorevolissimo 2-1 con Lamborghini, e addirittura 3-0 con Jeep (prezzo, accelerazione e potenza)!

In campo rimangono Lamborghini Urus e Jeep GrandCherokee Trackhawk a giocarsela. Lamborghini segna un goal sullo scatto, poi ne segna un altro sulla velocità ma ecco che Jeep con la potenza riduce le distanze e arriva al pareggio con il prezzo.

Ma attenzione che oltre al prezzo e alla super potenza, la Jeep GrandCherokee Trackhawk conquista per il suo V8 strepitoso a sole due valvole con compressore che spinge, spinge e ancora di più spinge. Qui bisogna fare un inciso sulla erogazione della potenza del motore Yankee: l’americano con il crescere dei giri fa sentire la spinta ed emoziona non poco, complice un sound super coinvolgente; i V8 super raffinati tedeschi danno tanto subito ma poi al crescere del regime la spinta rimane costante e quindi la sensazione non è mai delle più appaganti. Inoltre non sono altrettanto sensibili alla posizione dell’acceleratore tant’è che si usano in on/off, cioè o tutta potenza o quasi niente, mentre con gli aspirati si ha di più e non a caso, se prestate attenzione, sulle super car iconiche non si ricorre al turbo, anche per la grazia acustica degli aspirati. Non si dimentichi infatti che sui turbo (che sono più silenziosi) tanti costruttori sono ricorsi a veri sistemi artificiali per creare un sound coinvolgente, che però pesano parecchio!
 
Tornando al campionato SuperSuv, dopo il pareggio di Lambo e Jeep rimane alta l'attesa per la discesa in campo di nuove possibili rivali da non trascurare, marchiate Audi e Jaguar, due SUV elettriche che non avranno prestazioni durevoli come le sopra menzionate ma a tempo, perché avranno l’alimentazione elettrica, ma qualcosa porteranno via come clientela, soprattutto da parte di chi usa questi veicoli solo nelle grandi città.
 
Tra gli allenatori sugli scudi c’è sempre quel fenomeno di Sergio Marchionne. Anche nel Campionato dei SuperSuv, Marchionne senza dover spendere tanti soldi, si è aggiudicato il gradino più alto della classifica del “SUV più potente” riuscendo tra l’altro ad uscire con un prezzo che faccia dire anche “ho preso il più potente al prezzo minore”, quindi con un ottimo value for money.


 
 
 
 
 
 

Lascia un commento:
 
paolo 15 gennaio 2018 alle 8:00
E delle future suv della Ferrari e della rolls c'è qualche novità?
valerio 15 gennaio 2018 alle 8:01
aspettate a cantar vittoria perché la Porche presto farà vedere la turbo S e allora se ne riparlerà
max 15 gennaio 2018 alle 8:03
fa un certo che leggere di queste giganti in tutto come dimensioni e potenza quando si stanno cercando soluzioni al minor impatto ambientale il mondo sembra proprio che si stia spaccando in due
roberto 15 gennaio 2018 alle 8:04
Marchionne ancora una volta è riuscito in un'impresa incredibile con una Jeep a messo sotto Porsche
italo 15 gennaio 2018 alle 8:06
A me più che la differenza di prezzo tra la Lamborghini e la Porsche mi ha lasciato di stucco quella tra la Jeep e la Lamborghini perché costa esattamente la metà l'americana
milano 15 gennaio 2018 alle 8:13
la lambo è un sogno la Porsche è una garanzia la Jeep una sorpresa.
dario 15 gennaio 2018 alle 8:15
E con questa Jeep sono due. Mi riferisco alla Stelvio quadrifoglio verde e alla Jeep gran Cherokee da 700 cavalli che rispettivamente stracciano macan e cayenne turbo!
Andrea 15 gennaio 2018 alle 8:16
Pazzesco! Marchionne è davvero una volpe, il suv più potente al minor costo, per la serie "massima resa minima spesa!"
walter 15 gennaio 2018 alle 8:17
tra urus e cayenne nessun dubbio
Luca 15 gennaio 2018 alle 8:17
Certo che il fascino di una Lambo non ha eguali ....
Stef 15 gennaio 2018 alle 8:17
Il cavallino di Stoccarda si è azzoppato
Ser7 15 gennaio 2018 alle 8:20
Tanto parlare di riduzione delle emissioni e blocchi del traffico e poi se ne escono con questi mostri da 700 cv che sono le potenze delle F1 degli anni '80
Dani 15 gennaio 2018 alle 8:21
Grande Marchionne!
nando 15 gennaio 2018 alle 8:21
Sulla differenza di prezzo: Lamborghini è Porsche hanno costruzione sofisticata in alluminio la Jeep è tutta ferro
LuB 15 gennaio 2018 alle 8:22
Suv da russi
Fra 15 gennaio 2018 alle 8:25
E la Stelvio Quadrifoglio Verde?
Giorgio43 15 gennaio 2018 alle 8:26
Potete spiegarmi che senso ha avere così tanti cavalli su un suv? grazie
giovanni 15 gennaio 2018 alle 8:27
tutte vecchie: l'unica supersuv e' la tesla model x
Giuse 15 gennaio 2018 alle 8:28
Non costa poi tanto la Grand Cherokee, non male, non male
giulio 15 gennaio 2018 alle 9:18
non confrontiamo il sacro con il profano
achille 15 gennaio 2018 alle 9:19
jaguar e audi hanno capito che se suv di lusso deve essere elettrico deve avere
Carletto 15 gennaio 2018 alle 9:27
E Ferrari non pensa a un suv?
Fulvio 15 gennaio 2018 alle 9:34
La Lamborghini è molto bella, lunga e filante, si distingue nel panorama dei SUV e si riconosce subito come Lamborghini, peccato per le prestazioni che sono, sì, da super car ma poco di più rispetto alle concorrenti anzi, ora, in rincorsa alla Grand Cherokee
Ricca 15 gennaio 2018 alle 9:40
Da Lamborghini mi sarei aspettato una hyper car imbattibile sotto ogni aspetto, Urus invece non è la migliore della categoria, costa e non rappresenta un'altro pianeta come è Huracan nel suo segmento
Gigi 15 gennaio 2018 alle 10:00
Sì, ma...tra avere una Lambo e Grand Cherokee c'è una bella differenza
Genio 15 gennaio 2018 alle 10:05
Peccato che in Italia si debba fare un mutuo non solo per acquistarli ma anche per mantenerli questi suv
Fab64 15 gennaio 2018 alle 10:09
La nuova Cayenne Turbo, poverina, è davvero mal riuscita, con poche novità e fatte male. Non ha proprio speranze in questo ipotetico campionato
MarioMo 15 gennaio 2018 alle 10:12
Audi ha Q7 e avrà Q8, nella fascia lusso per il gruppo tedesco c'è Urus, quindi il prossimo passo sicuramente sarà il solo elettrico
Aldo 15 gennaio 2018 alle 11:52
Il difetto del gruppo tedesco è che utilizza troppe parti in comune tra i vari marchi, snaturando il concetto di esclusività proprio di marchi come Lamborghini e Porsche che dovrebbero avere tutto pensato e realizzato solo per loro
Gab 15 gennaio 2018 alle 12:33
Quanto mi piacerebbe vedere una vecchia piccola 106 Rallye suonare questi bestioni tra i tornantini di montagna.
sergio 15 gennaio 2018 alle 12:46
e... sara' da vedere quando arrivera' la maserati levante con l'otto cilindri😇
giorgio 15 gennaio 2018 alle 12:48
noi con metano e ibride sloffie, gli altri con turbo e potenze pazzesche: il mondo non e' uguale per tutti
Gigi 15 gennaio 2018 alle 12:53
Gli americani si entusiasmano per queste potenze e fanno bene, d'altronde con il costo basso dei carburanti che c'è negli Usa possono permetterselo, da noi motori V8 da 700 cavalli sono troppo impegnativi, impensabili per la maggior parte delle persone
Edo 15 gennaio 2018 alle 14:10
La Urus è strepitosa, ha linee mozzafiato, perfettamente equilibrate e 3.6 sec da 0-100 km/h sono da togliere il fiato, una vera Lambo
Fabri 15 gennaio 2018 alle 15:42
Bellissimi questi super suv! Tra tutti mi fa impazzire la Urus, peccato solo che girare in Italia con questi mezzi sia, quanto meno, poco opportuno
Xt 15 gennaio 2018 alle 15:44
Fanno bene a proporre questi mezzi, anche se saranno in pochi a comprarli, di sicuro tengono alte l'attenzione e il prestigio attorno ai loro marchi
Otto 15 gennaio 2018 alle 15:51
Lamborghini e Porsche condividono il motore oltre che il telaio e cambio, come mai allora differenze così marcate?
Peppe 15 gennaio 2018 alle 16:10
E i consumi di questi super suv? Così, giusto per curiosità...🤣
cesa 15 gennaio 2018 alle 16:20
Strani gli americani o, meglio, furbi: impegnati da un lato ad accusare i dirigenti delle case auto straniere che sforano i limiti delle emissioni inquinanti, molto impegnati a sostenere e incentivare l'auto elettrica (che alimentano con centrali nucleari) e dall'altro propongono super car e super suv con motori da 700 cavalli e cilindrate pazzesche!
PoLi 15 gennaio 2018 alle 16:24
Considerando quante suv di questo genere stanno uscendo sul mercato viene proprio da pensare al mondo diviso perfettamente a metà: ricchi, ricchi da un lato e tutti gli altri dall'altro